Il 21 dicembre si è tenuta l’audizione del direttore di Rai News Antonio Di Bella. La trascrizione dell’intervento del sen. Maurizio Rossi

 

MAURIZIO ROSSI.

Sono piuttosto preoccupato del fatto che a oggi a questa Commissione non è arrivata la convenzione sulla cui base dovrebbe essere rilasciata la concessione del servizio pubblico, in scadenza il prossimo 30 gennaio. Fui il primo a pensare a una proroga in occasione del convegno organizzato l’anno scorso dal collega Gasparri, perché mi sembrava che i tempi non fossero sufficienti. Abbiamo avuto una prima proroga in ottobre, poi una seconda contenuta nel disegno di legge sull’editoria che arriva al 30 gennaio. Adesso avremmo dovuto ricevere la convenzione, su cui la Commissione ha 30 giorni di tempo per esprimere le proprie valutazioni.

Visto che siamo al 21 dicembre, mi pare matematico che non ci siano i tempi per la trasmissione della convenzione in Commissione, il dibattito, l’espressione delle nostre valutazioni, il ritorno nelle sedi opportune e il rilascio della concessione. Si prefigura quindi una nuova proroga, totalmente in violazione del diritto comunitario. Le proroghe sono una violazione della disciplina comunitaria in materia concessioni. Una è consentita, tanto vero che era stata fatta anche in tempi piuttosto brevi, ma siamo arrivati a una situazione in cui abbiamo oltrepassato ogni limite. Peraltro, non sappiamo che cosa venga proposto, posto che nessuna sa dove sia questa convenzione, nessuno ne ha visto traccia. Propongo semplicemente, presidente, al nostro rientro, magari il 18 gennaio, di convocare, se non è già stato fatto, il sottosegretario o il viceministro competente, per fare chiarezza sulla situazione.

 

Leggi la trascrizione completa dell’audizione di Antonio di Bella.

Guarda il video completo dell’audizione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *