Battaglia vinta: eliminata la folle deroga di Burlando che consentiva di costruire a 3 mt dai fiumi

giovedì, 07 gennaio 2016 | 0 commenti

PARCHEGGIO BISAGNO

 

 

 

 

 

Storia della battaglia di Liguria Civica per eliminare la folle deroga di Burlando che consentiva di costruire a 3 mt dai corsi d’acqua.

Liguria Civica ha iniziato la battaglia contro la folle deroga di Burlando che consentiva di costruire a 3 mt dai corsi d’acqua già nel 2014, quando ha scritto una lettera all’allora presidente Burlando e all’assessore Paita per chiedere di revocare il provvedimento e di elencare le costruzioni che avevano sino a quel momento beneficiato della deroga.

Nessuna risposta.

Al contrario di Burlando, Sergio Cofferati aveva ascoltato l’appello di Liguria Civica e fatto sua la battaglia nel programma presentato alle primarie per le regionali 2015.

La storia ha visto poi Cofferati perdere le elezioni primarie (poi rivelatesi taroccate, con l’annullamento dei voti di 13 seggi) e Raffaella Paita perdere quelle regionali, con una larga vittoria di Giovanni Toti.

Abbiamo subito scritto una lettera a Toti e ai suoi assessori competenti per rinnovare anche a loro la richiesta di annullare la deroga che permette di costruire vicino ai corsi d’acqua. Il presidente ha immediatamente condiviso la nostra posizione, anche pubblicamente, con un comunicato stampa e un post sulla sua pagina facebook.

A fine novembre l’assessore Giampedrone ha annunciato la volontà di cancellare la folle norma attraverso la proposta di modifica al regolamento alla Giunta.  La promessa è stata mantenuta subito prima di Natale: con una delibera la giunta Toti ha modificato il regolamento in modo immediatamente attuativo, spostando la distanza minima a 10 metri, come previsto dal codice dell’ambiente e come chiesto da Liguria Civica.

Un successo di Liguria Civica per il bene della regione!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *