Paita, lavoro finto ma contributi veri, in un’azienda dove non ha mai messo piede – L’approfondimento

martedì, 27 gennaio 2015 | 0 commenti

149993-420x236

La vicenda del contratto di finto lavoro di Raffaella Paita, per sua stessa ammissione stipulato solo per avere certezza di avere pagati i contributi nel caso in cui la sua carriera politica non fosse andata avanti, è emblematica di una Liguria e di un’Italia dove non c’è più opposizione e dove si sta andando verso un governo di “centrosinistradestra”.

Leggi l’articolo di Ferruccio Sansa sul Fatto Quotidiano.

Leggi l’articolo del Fatto Quotidiano che per primo ha raccontato la vicenda.

Leggi l’articolo di Repubblica

 

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *