Rossi sul collegamento ferroviario Genova Milano: la situazione attuale

martedì, 25 luglio 2017 | 0 commenti

Stazione_Milano_Rogoredo

 

 

 

 

 

 

Maurizio Rossi ha nuovamente scritto i “suoi” firmatari, che lo sostengono sin dai tempi dell’appello al ministro Delrio contro l’isolamento della Liguria, per aggiornarli sulla situazione del treno Genova Milano.

Qui di seguito e scaricabile a questo link il testo della lettera.

 

Carissimi firmatari dell’appello contro l’isolamento della Liguria,

come ricorderete, insieme abbiamo lottato con successo per il treno Genova Roma via Firenze. Da allora mi sono dedicato costantemente e silenziosamente a lavorare per ottenere un collegamento ferroviario anche sulla tratta Genova Milano, con un treno diretto senza fermate dalla stazione Principe a Rogoredo.

La scelta non è casuale: Rogoredo è più vicina di Stazione Centrale, in un punto strategico di Milano, collegata benissimo con la metropolitana ed è una stazione dove fermano i treni per Bologna/Firenze/ Roma/Napoli.

Il Terzo Valico resta per tutti noi fondamentale, ma come dico da tempo la città non può permettersi di attendere ancora 5/7 anni per un collegamento veloce: cerchiamo almeno di avere da subito un collegamento diretto, su un treno dignitoso, comodo, che impieghi circa 1h e 15 minuti.

Il mio pressing su Barbara Morgante, ad di Trenitalia, non c’entra nulla con il mio ruolo politico. Giustamente Trenitalia deve vedere se i numeri tornano, se questa linea, come si dice in gergo tecnico “a mercato”, ha la possibilità di stare in piedi economicamente o meno. Io penso assolutamente di sì, e da buon venditore di Genova direi che ho convinto l’Ad di Trenitalia, che ha fatto sua la mia proposta, tanto che ha fatto richiesta scritta a giugno a Rfi proprio di trovare le tracce sulla tratta da me ipotizzata, una la mattina ed una la sera, compatibili con orari di lavoro.

Mi sono quindi spostato all’Ad di Rfi Gentile (un’altra delle mie vittime preferite), che ho incontrato settimana scorsa e che mi ha garantito l’impegno di Rfi di cercare la soluzione più favorevole, ovvio che deve tenere conto del traffico sulla linea in quelle fasce orarie.

Peraltro, nel piano che Rfi sta presentando 2017/2021 al Cipe e che arriverà nella mia Commissione a settembre, dovrebbe essere inserito il finanziamento per il quadruplicamento da Tortona, che consentirà quando finito una ulteriore forte velocizzazione del tracciato.

Abbiamo anche valutato l’opportunità, dopo aver fermato a Rogoredo, se il treno possa proseguire anziché per Milano Centrale per Porta Genova, più centrale ancora di fatto e vicino a dove risiedono grandi aziende.

Ci siamo vicini: ora attendiamo le risposte e gli orari sapendo che ci sono i due Ad, che considero ormai vicini alle nostre richieste perché motivate e logiche, che se ne stanno occupando e che sanno quanto queste sono scelte che possono cambiare l’immagine isolata di tutto il nostro territorio. Appena fosse annunciato il treno, questo consentirebbe di iniziare quella campagna d’immagine a Milano di una Genova più vicina, dove forse vale la pena di iniziare a considerare di venirci a vivere con maggiore qualità della vita, meno nebbia e galaverna, costi molto inferiori di affitto o acquisto di immobili, pesto, focaccia e tanto iodio anziché smog.

Se condividete questa linea, sarei lieto di ricevere vostre conferme, sull’utilità di questa tratta, che metterò insieme per dare ancor più forza alla proposta ormai in fase avanzata.

Augurandomi di poter conseguire insieme un nuovo successo per togliere Genova dall’isolamento, vi ringrazio per la fiducia che mi avete accordato e invio i miei migliori saluti.

Maurizio Rossi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *