Costi sottostimati, Autorità Portuale in conflitto di interessi, nessun accenno al “Blue Print” nel PUC 2014: il prof. Giovanni Spalla sulle pagine del Secolo XIX analizza l’operazione Blue Print messa in scena da Burlando, Merlo, Doria. E commenta: “Quelli che hanno fallito ad Erzelli, città e porto, non hanno avuto il coraggio di prendersi tutte le responsabilità dell’attuel dissesto idrogeologico, non sono stati capaci di costruire lo scolmatore della Sciorba, eliminando così le esondazioni del Bisagno, con costo minore dei danni alluvionali. Il canale a zig zag è una chiara strumentalizzazione politica di archistar consenziente per conservare potere, proprio e degli eredi”

Leggi tutto l’articolo sul Secolo XIX