Qui sotto il testo dell’interrogazione presentata dal senatore Maurizio Rossi in Commissione di Vigilanza Rai sul caso Auditel.

Leggi anche l’articolo del Giornale.

Al Presidente e al Direttore Generale della RAI

premesso che:

– é notizia di queste ore la decisione del CdA Auditel di sospendere la pubblicazione per 15 giorni dei dati audience, a causa dell’errore di Nielsen che ha reso noti gli oltre 4.000 nominativi di possessori di meter utilizzati per le rilevazioni;
– non sembra credibile una sostituzione, nel breve tempo di 15 giorni, dei suddetti 4.000 nominativi;
– non e’ chiaro se, dopo questa prima sospensione di 15 gg, sarà valutata dal Cda Auditel l’opportunita’ di sospendere il servizio per altri 6 mesi;
– i dati Auditel determinano spostamenti importanti degli investimenti pubblicitari che incidono in modo molto significativo sul bilancio di ogni azienda;
– Rai é, ad oggi, il Servizio Pubblico e, tramite il canone, pagata da tutti i cittadini. Una posizione, quindi, ben diversa e ancor più delicata rispetto agli altri soggetti soci di Auditel che, al contrario, sono privati;
– Rai risulta azionista Auditel per una quota pari al 33%;

si chiede di sapere:

– che posizione intende prendere l’azienda?
– a chi spetta nella, tv di Stato, decidere che posizione portare nel Consiglio di Amministrazione Auditel in merito alla ripresa o meno della pubblicazione dei dati? All’Amministratore Delegato o al Consiglio di Amministrazione?
– quali sono le modifiche al panel che Auditel pensa di fare e in quali tempi?
– in cosa consiste il cambio di metodologia delle rilevazioni annunciate da Auditel e come potrà incidere sui dati dei vari canali Rai e delle singole programmazioni?
– Rai non pensa sia più opportuno sostenere una sospensione sino alla definizione di un panel nuovo e, come annunciato da tempo da Auditel, ampliato a 15.000 meter, magari inserendo anche la qualità oltre alla quantità?

Sen. Maurizio Rossi