“Le concessioni bisogna metterle a gara” queste le parole del parlamentare ligure Sen. Maurizio Rossi (Liguria Civica) commentando il parere del Consiglio di Stato sul nuovo regolamento per le concessioni portuali che si aspetta da 22 anni.

“Bene il Consiglio di Stato che ha confermato quanto ho sempre detto sull’argomento: le concessioni vanno messe a gara, senza se e senza ma e con una vera evidenza pubblica.”

“Forse alcuni non hanno capito la mia battaglia sul tema – continua Rossi – che ho intrapreso sin dall’agosto scorso e per la quale sono stato persino oggetto di dichiarazioni poco piacevoli. A sentir loro sembrava quasi che io “remassi contro” Genova. La realtà è un’altra, il mio impegno è finalizzato invece al rilancio di Genova e del sistema portuale italiano. Proprio grazie alle mie denunce in Commissione Ottava il Mit ha emanato il regolamento che si aspetta da 22 anni!”

“Sono felice che il Consiglio di Stato, nel parere al Ministero dei Trasporti, abbia sostanzialmente confermato le mie tesi e il parere proveritate che chiesi alla Professoressa Lo Iodice e al Professor Mazzella”

“Ora anche su altre concessioni, – conclude Rossi – come quelle autostradali, spero che ci saranno modifiche all’andazzo italiano che ha, di fatto, difeso posizioni di rendita a danno dei cittadini, degli investimenti veri, e non solo di quelli promessi, e dei posti di lavoro”